Whatsapp Bot Marketing

Whatsapp Bot Marketing

Whatsapp bot marketing (non il semplice whatsapp business app), un nuovo modo per creare traffico alle tue landing page.

Con l'acquisizione di facebook da parte di whatsapp si è aperta una nuova era per le campagne automatiche attraverso un chatbot di whatsapp.

Finalmente a luglio, in fase del via sperimentale, ho avuto accesso alla creazione di un vero e proprio bot (alla manychat / chatfuel per messenger) per la piattaforma Messagebird.

Poiché i bot di messenger proprio da fine luglio cambieranno completamente il modo di relazionarsi con i nostri utenti, ho deciso di sperimentare cosa succede con whatsapp nel settore del marketing.

whatsapp bot marketing

Un altro incentivo è stata la diminuzione di interazioni con i bot “classici” su messenger, motivo in più per ricercare nuovi tool (con mia soddisfazione, il mio cliente è il 7° in tutta Italia ad aver implementato questa nuova soluzione)
Per ultimo, ma per questo meno importante, limitare il 100% delle interazioni ad un solo canale è strategicamente sbagliato.

Lo scopo di whatsapp bot

Lo scopo principale per cui ho chiesto l'accesso, non era il semplice fatto di poter notificare agli utenti ogni singolo step del loro ordine, ma soprattutto per scopi di marketing.
La mia idea è stata quella di utilizzarlo sia come upsell tramite un messaggio di whatsapp a distanza di 5/10 giorni dall'ordine consegnato, sia come bot per far ricevere informazioni programmate all'utente in una optin page del mio cliente.

Tengo a precisare che i flow vengono controllati dalla piattaforma in modo tale che rispecchino costantemente le normative che sono state date da whatsapp stesso per poter processare le richieste delle automazioni.

Come creare un bot whatsapp

Veniamo prima di tutto alla configurazione della piattaforma, la quale è durata diversi giorni per via di un susseguirsi di documenti che mi sono stati richiesti, autorizzazioni nel business manager di facebook e infine autorizzazioni telefoniche per l'utilizzo del canale attraverso una piattaforma automatica.

Uno dei primi requisiti che mi hanno richiesto è stata la motivazione per la quale avevo bisogno di whatsapp (nel mio caso era poter sfruttare ogni singolo checkout che veniva effettuato da un ecommerce del mio cliente, per informare l'utente di tutto ciò che succedeva col suo ordine, come ad esempio il track).

Fatto ciò, ho dovuto impostare all'interno del business manager una loro autorizzazione per controllare in remoto la piattaforma di whatsapp.
Una volta superata l'ultima verifica della pagina, ho potuto mettere le mani su questa stupenda piattaforma.

Features del bot whatsapp

Spostandoci all'interno della piattaforma di messagebird possiamo notare fin da subito che non si tratta  della classica piattaforma a compartimenti stagno, nata solamente per whatsapp.
Ha un'infinità di opzioni, tra le quali anche le chiamate automatiche, gli sms automatici e tutta una serie di webhook e endpoint per poter creare un sistema automatico di ricontatto all'utente.

Alcuni esempi per applicare il bot di whatsapp

Procedendo nella creazione della optin page del mio cliente, ho dunque creato due varianti: una dove chiedevamo solamente nome ed email e nella thank you page ho inserito il classico link per ricevere le informazioni direttamente su whatsapp (questa pagina nasce soprattutto per il mobile in quanto con un click si ritrovano nel nostro bot), l'altra pagina invece chiedeva anche il numero telefonico non obbligatorio per l'optin, in quanto il traffico proveniva da desktop e l'automazione scattava attraverso un webhook direttamente a messagebird che rimandava al suo whatsapp

Ho anche implementato l'opzione da pagine mobile, dove ho per l'appunto inserito nella thank you page un link che finiva direttamente dentro whatsapp dell'utente, e cliccando invia fa scaturire un'automazione in messagebird.

funnel marketing whatsapp

In breve da come si vede anche nell'immagine si tratta semplicemente di mandare un messaggio il primo giorno, aspettare 24 ore e mandarne altri 2 per poi chiudere il flow.
Se l'utente scrive qualcosa in questo periodo di tempo arriva per email il messaggio, così che ci si può collegare alla piattaforma e rispondere.

Questo stupendo tool, che nel momento in cui scrivo (17 luglio 2019) è online, da neanche 10 giorni sta portando al mio cliente contatti più fidelizzati e attenti alle sue comunicazioni.